mercoledì 31 ottobre 2012

Storie...da Brrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrividi!








 Racconto n°1




      Ai confini di un piccolo paese,in aperta campagna,c’era una vecchia casetta.
Gli abitanti di questo paese avevano paura di quella casetta, perché dicevano che lì abitava il fantasma di Jon Black.
Due giorni prima di Halloween,tre bambini,andarono alla fiera del paese di Benvill.
I tre bambini,mentre andavano alla fiera,videro una piccola casetta vecchia e abbandonata.
Si fermarono lì a vedere ma,ad un certo punto,sentirono una vocina che gli bisbigliava nella testa: ANDATE VIA!!!
Si spaventarono subito e così andarono dalla vecchia signora lì di fronte per farsi dire delle informazioni su quella vecchia e misteriosa casa.
La signora gli disse che lì abitava un fantasma maligno: il fantasma di Jon Black.

Aveva gli occhi sporgenti,rossi e infuocati come il fuoco che traspare sul vetro.
I denti erano sporchi e appuntiti come quelli di uno squalo e aveva una cicatrice che gli attraversava tutto il viso.
Aveva le unghia lunghe e piene di sangue e appena qualcuno lo vedeva volava via oltre il tetto e scompariva.
Si diceva poi che questo fantasma fosse anche assetato di sangue umano e che non mangiasse da secoli.
La vecchia signora ospitò i bambini nella sua casa.
Ad un certo punto quando la signora si alzò si sentì di nuovo quel terribile rumore: ANDATE VIA!!!
C’era la luna piena, la signora uscì dalla sua casa e andò nella casa di Jon Black.
Appena mise piede dentro la casa,la luce si spense.
C’erano macchie di sangue ovunque,le sedie erano alcune sul tavolo e alcune spezzate,con i pezzi di legno spaccati per terra.
Le persiane che sbattevano con il vento che soffiava attraverso i vetri rotti delle finestre.
Ad un certo punto la signora scomparve e si sentì gridare: AIUTO!!!
Era lei.
Ma la sentirono anche Dill Josh e Handy: i tre bambini.
Così andarono a vedere,ma entrò solo Dill e gli altri due rimasero ai lati della porta tutta scrostata.
Dill sentiva sempre più forte la voce,ma superò la sua paura e continuò ad andare avanti:vedeva dei lampi che gli giravano intorno alla testa e cominciò ad avere un po’ di paura.
Josh e Handy,dato che avevano molta più paura di Dill,si nascosero dietro un cespuglio.
Il fantasma scattò di corsa da dietro l’angolo, ma Dill lo intercettò e si nascose dietro il cespuglio anche lui. Così,appena il fantasma uscì fuori,lo colpirono di sorpresa con una rete e il fantasma restò intrappolato.
Allora,i tre bambini, lo lasciarono lì fino alla mattina dopo per farlo sciogliere con il sole.



Birra e Peste







                                                                 Racconto n°2








In una casa abbandonata viveva un fantasma maligno.
Questo fantasma aveva una lunga cicatrice  che gli attraversava tutto il viso.
Mangiava scoiattoli e gatti: ecco perché aveva tutte le mani piene di sangue!
Arrivato il giorno di Halloween,tre bambini andarono a fare dolcetto o scherzetto e,ad un certo punto,videro una casa abbandonata.
Appena videro la casa,uno dei tre bambini aveva visto una grande luce provenire dall'interno ed era subito andato a vedere cosa succedeva.Vide dei libri muoversi e ad un certo punto apparve il fantasma e appena lo vide urlò ai due amici:-Aiuto c'è un fantasma,aiutatemi!-
I due amici arrivarono subito per aiutarli
con le armi che avevano trovato lì in casa: spade antiche,coltelli,forchette............ ed iniziarono a combattere. 
Il fantasma non c'è la faceva, ma continuava a combattere anche se i bambini riuniti erano più forti.
Combatterono fino all'alba quando il fantasma,colpito dai primi raggi del sole si sciolse come neve.





Minnie                                                                                                   

                         


 Racconto n°3


In una  casa  abbandonata  viveva  un  fantasma  di nome Peter.

Quel fantasma mangiava  gatti e scoiattoli e amava  spiare la gente.

Peter era molto alto,la sua testa sembrava un teschio,aveva gli occhi

sporgenti, la pelle scura, un osso che gli usciva dalla testa e una lunga cicatrice che

gli attraversava tutta la faccia.

Dill disse: chi entra?

Ma nessuno rispose,così Dill si fece coraggio ed entrò, suonò e chiese: c’è qualcuno?

Allora Peter uscì con i suoi due coltelli da un angolo della stanza e lo minacciò.

Ma a  Dill sembrò quasi di conoscerlo, e disse: Zio Peter!!!

Anche Peter lo riconobbe e gli disse: ciao Dill ! 

Così parlarono e decisero di fare scherzi a tutta la città.



Poseidone




                                                                      Racconto n°4


Allora   decidemmo  di   nasconderci   dietro  un cespuglio   e aspettare  la  notte  per  vedere  se  veramente  il  fantasma  esisteva.


-Mi  chiedo  quanto  dovremmo  aspettare – disse Jem.    



-Forse  tutta  la  notte – rispose  Dill.



La  notte  era  lunga e  calda  ed  io  mi  lamentavo  per  la  fame; scoccata  la  mezzanotte  qualcosa  accadde: qualcuno  uscì  dalla  casa  e  spaventati  senza  aver  neanche  visto  che  cosa  o  chi  fosse, fuggimmo  a  gambe  levate  e  non 

parlammo  più  del  fantasma.




Iron man

Racconto n°5


In una casa, il giorno di Halloween tre bambini : Jem ,Dill e un loro amico decisero di fare qualcosa di spaventoso. Il giorno di Halloween allora andarono nella casa più spaventosa del quartiere dove viveva un fantasma malvagio.
I tre bambini si fecero coraggio,si avvicinarono e Jem, il più grande, entrò. Appena entrato,la luce si spense di scatto, le finestre si chiusero scricchiolando e dal fondo della casa si vide una luce accecante. Jem guardò bene e si rese conto che era solo la sua immaginazione.

Si avvicinò lentamente e trovò un
letto pieno di sangue
così non avendo più coraggio tentò di scappare, ma il fantasma lo prese per un braccio e lo portò in cantina…
 



Fiocchetto


                                                                        
                                                                           Racconto n°6



In  una  notte   di  Halloween   un   ragazzo  scomparve   all’ angolo   della  strada:era  stato  rapito  e   portato   in  una  casa  abbandonata .                                                  Tre  ragazzi  che  sapevano  della  notizia   decisero  di  entrare  per  vedere  il  fantasma  e   riportare  la  luce  e  la  bellezza   alla  casa.
  I  tre   ragazzi   entrarono  e   si  ritrovarono  davanti   il  fantasma.
 Jem   tirò  un   vaso  di  vetro  in  testa  al   fantasma  e  il  fantasma  morì. Così  il  buio  scomparve  e  al  suo  posto  tornarono  la  luce  e  la  felicità.                                   






Lupetta


                                                                  Racconto n°7



In una casa abbandonata viveva il Fantasma di Tr.x Xox.



Era una creatura che mangiava

Scoiattoli e gatti.

Aveva le mani macchiate di sangu,gli occhi sporgenti,i denti di un vampiro rotti e la testa come un teschio.



Stregone





                                                                       Racconto n°8




In una casa abbandonata  viveva un fantasma.



 Mangiava scoiattoli e gatti crudi.


Tre ragazzi curiosi volevano vedere se il fantasma esisteva

per davvero, perché una signora verso mezzanotte vide un

ombra che fissava dalla finestra.

Una sera Dill si fece coraggio ed entrò nella casa, mentre i

suoi amici si nascosero dietro ad un cespuglio.

Appena entrato il fantasma si avvicinò al ragazzo,

nonostante avesse paura continuò ad andare avanti.

Dill si fece rincorrere fino al giardino, correva più

veloce che poteva e arrivò alla siepe dove c’erano i suoi

amici che, appena il fantasma li raggiunse,uscirono fuori

e,con un bastone,lo colpirono alla testa.





Zeus





                                                                         Racconto n°9




In  una  città  c’ era  una  casa  tutta  rotta . 
Un   giorno  un  bambino  si fece coraggio ed entrò. Incontrò  un fantasma: all’ inizio    aveva  paura   ma  poi  vide  che  il  fantasma era triste .
Il  bambino  gli  chiese  perché  fosse triste e il  fantasma  rispose  che  non  voleva  essere  cattivo  allora  il  bambino e il  fantasma  diventarono  amici.

 Racconto n°10





A Milano era il giorno di Halloween e tre bambini
 stavano facendo “dolcetto o scherzetto” 
(avevano fatto un sacco di scherzetti )
 ad un certo punto erano arrivati ad una casa abbandonata ,
 i tre bambini bussarono alla porta 
e chiesero:-permesso possiamo entrare vorremmo le caramelle. 
Non rispose nessuno.
 I tre bambini entrarono e videro una luce accecante;era un vero fantasma! 
Tutti i tre bambini cercarono di scappare
 ma si chiusero le porte e le finestre,
non c’era più neanche la luce del fantasma.
I tre bambini si spaventarono e corsero
 fino a che non trovarono una piccola porta 
che portava alla cantina . 
C’era un mattone che portava ad un passaggio segreto.
 I tre bambini passarono di lì, 
ma videro un letto pieno del sangue degli
 scoiattoli e dei gatti che il fantasma mangiava. 

Alla fine videro di nuovo il fantasma e 
ripresero a correre. 
Infine il fantasma si trasformo’ in polvere,proprio mentre stava per rivelare che tipo di spirito era.


























lunedì 15 ottobre 2012

L'Autunno.


 Scorre il tempo e cambiano i colori.
Foglie che nascono,foglie che cadono,fiori che sbocciano,frutti che cadono...
Tutto cambia e si rinnova. Il paesaggio si tinge di arancione e del giallo-oro estivo rimane ben poco,oltre il ricordo. Tuttavia anche questa stagione ha il suo fascino. L'odore della pioggia,i funghi,le castagne,l'umidità che gonfia i capelli e costringe a indossare felpe e giacchetti,i primi fuochi accesi...
Infondo possiamo anche dire che...

"L'autunno è la primavera dell'inverno"

Henri de Toulouse-Lautrec




"L'autunno è arrivato
ed è il bentornato.
E' bellissimo e colorato
ed è profumato.
E' il più bello che ci sia 
e non voglio che scappi via".